Borragine Vedi tutte le ricette a base di Borragine

Borragine
  • Versione Stampa
  • Manda ad un amico
  • Le Ricette

Le foglie fresche e i germogli della borragine  si consumano crude in insalata o tritate finemente e mescolate a formaggi freschi e morbidi, come caprini e robiola; oppure cotte come gli spinaci o insieme ad altre verdure, nelle minestre o zuppe, mentre gli steli vengono fritti. E’ molto usata nelle frittate e nei ripieni:  è un elemento indispensabile nei pansotti genovesi e anche nella torta Pasqualina.
I fiori, dal delicato sapore di cetriolo,  si possono mangiare nelle insalate e spesso  sono messi a macerare nell’aceto bianco (che diventa azzurrino), o nelle grappe; possono essere anche canditi o congelati in cubetti di ghiaccio per rallegrare e decorare le bevande.
Con la borragine si preparano anche delle torte, macedonie e tisane rilassanti.

■ Curiosità

La borragine ha diverse proprietà terapeutiche: contiene in abbondanza grandi quantità di nitrati di potassio, e grosse quantità di vitamina C.
L’infuso e le tisane con i fiori di borragine sono un magnifico tonico per il sistema nervoso: hanno  proprietà rilassante, emolliente, espettorante, e calmante della tosse, ed anche un leggero effetto diuretico e depurativo.
Le foglie, hanno azione sudorifica  e sono ritenute un valido rimedio nelle affezioni delle vie respiratorie, nei reumatismi e nelle malattie eruttive (eczemi e foruncolosi), insieme all’olio dei semi di borragine.