Ceci Vedi tutte le ricette a base di Ceci

Categoria: Legumi
Ceci
  • Valori Nutrizionali
  • Versione Stampa
  • Manda ad un amico
  • Le Ricette

Valori Nutrizionali & Calorie

  • Ceci [cicer arietinum], secchi
  • Ceci in scatola
  • Farina di ceci

I ceci sono coltivati da tempo immemore in tutti i paesi del bacino mediterraneo. Il termine “arietinum” deriva dalla forma del seme che assomiglia in tutto alla testa di un ariete; infatti osservandolo si può notare persino la forma della corna. I ceci sono legumi di origine antichissima: al tempo degli Egiziani erano il pasto povero degli schiavi, mentre i romani adoravano cibarsene friggendoli nell’olio d’oliva.

■ La coltivazione

\"ceci_pianta-W100_prd.jpg\"I ceci sono i legumi più coltivati nel globo, e occupano il terzo posto tra le leguminose più consumate (l’India è il maggior consumatore); anche in Italia vengono coltivati un po’ in tutte le regioni, con prevalenza al centro (Toscana, Umbria, Lazio) e al sud (Sicilia, Puglia), ma non in grandissime quantità; infatti la ridotta produttività rende antieconomica la coltura, che è stata sostituita, nella nostra regione, ormai da moltissimo tempo, da piselli e fagioli.

■ Varietà e raccolta

I baccelli dei ceci vengono raccolti in giugno quando sono secchi.
Di ceci se ne distinguono principalmente due varietà:
- mediterranea, più grande e tendente al giallo
- orientale, più piccola e rossastra.

■ Al momento dell\'acquisto

\"ceci_farinata_prd.jpg\"I ceci sono messi in vendita sotto differenti forme: secchi da cuocere, lessati e conservati in barattoli o vasetti di vetro insieme alla loro acqua di cottura, tostati e salati (ottimi compagni per sorseggiare un aperitivo ) e sottoforma di farina con la quale si preparano focacce e farinate: famosa è la farinata di ceci ligure.
Diversamente dagli altri legumi, i ceci vengono consumati esclusivamente seccati e, hanno un alto valore energetico, un buon contenuto proteico e pochi grassi.
Al momento dell\'acquisto, è meglio verificare che i ceci secchi non siano troppo vecchi (più di un anno), e che non presentino fratture o forellini.

■ Uso in cucina

\"ceci_crema_prd.jpg\"La preparazione dei ceci secchi è piuttosto lunga, in quanto vanno lasciati in ammollo dalle 8 alle 24 ore e bisognerà poi cuocerli in un tegame per almeno 3 ore, o nella pentola a pressione da un’ora a un’ora e mezzo, meglio se a fuoco lento.
I ceci in scatola, invece sono molto più veloci da preparare, poiché non richiedono ammollo (in quanto già lessati), e si cucinano molto velocemente.
I ceci in cucina vengono impiegati per preparare antipasti su crostoni rustici, per accompagnare piatti a base di pasta, minestre o zuppe tipiche; focacce, farinate o torte salate sono ottenute con la farina di ceci pestati finemente (prodotte specialmente in Toscana e in Liguria), a Palermo invece vengono prodotte le tipiche “panelle”.
Con i ceci vengono preparati anche sformati, timballi, creme come l’”hummus” di origine araba, o deliziose polpettine (sempre arabe) chiamate “Falafel”.
Lessati, possono essere assaporati da soli, conditi con un filo d’olio d’oliva, oppure insaporiti con alloro, rosmarino, pepe, sedano, aglio; si accompagnano anche molto bene ai piatti di pesce.

■ Caratteristiche nutrizionali

\"ceci_pentola_prd.jpg\"Tra i legumi, i ceci sono fra i più ricchi di calorie: contengono il 6% di grassi, mentre i fagioli, le lenticchie e i piselli ne possiedono solo al massimo il 2%.
Come per quasi tutti i legumi, i carboidrati contenuti sono molto elevati (circa 55%), mentre le proteine ammontano mediamente ad un 20%; sono ricchi di fosforo e di potassio e contengono una discreta percentuale di acido linoleico e quindi possono essere considerati discrete fonti di grassi essenziali.
Sono molto ricchi di amido e contengono anche buone quantità di sali minerali, fibre e vitamina A e C, oltre alle saponine, sostanze che aiutano l\'organismo a eliminare il colesterolo dall\'intestino. A causa della quantità di cellulosa in essi contenuta, vanno consumati con moderazione da chi soffre di coliti.

■ Curiosita\'

\"ceci_panino_prd.jpg\"I ceci sono dei legumi un po’ difficili da digerire e sono sconsigliati quindi a chi ha problemi di stomaco e di intestino: se prima di essere consumati però viene tolta la buccia trasparente che li ricopre, risultano più leggeri,