Durante i periodi di festa o di vacanza solitamente si tende ad avere un’alimentazione più sregolata e al ritorno ne paghiamo le conseguenze: sensazione di pienezza e gonfiore, difficoltà di concentrazione, irritabilità, difficoltà digestive, ma anche cute secca e alitosi sono solo alcuni dei sintomi che possono accendere le nostre spie del benessere. Invece di ricorrere ai rimedi più disparati o di tendenza, vi illustriamo nelle prossime righe alcuni validi consigli per disintossicarsi dai bagordi alimentari e regolarizzare nuovamente il proprio organismo.

Alcune regole d'oro

Prima di fare ricorso a drenanti o altre presunte pozioni magiche, provate a seguire alcune semplici regole.

1. Per qualche giorno dopo le feste cercate di cenare con una bella insalata, magari arricchita con succo di limone e frutta secca.

Date la preferenza a verdure colorate come pomodori, peperoni, radicchio o carote, e approfittate delle naturali attività drenanti del cetriolo, del carosello e del sedano. L’insieme di antiossidanti che assumerete in questo modo supporterà le funzioni protettive e al contempo disintossicanti di diversi organi come cute e fegato.

2. Iniziate la giornata con un centrifugato di frutta e verdure.

Agrumi, zenzero, finocchio, ananas, pompelmo, sedano sono solo alcuni degli ingredienti che potrai utilizzare per preparare gustosissimi estratti o centrifugati.

Oltre a una bella carica zuccherina, che vi aiuterà a iniziare nel migliore dei modi la giornata, assumerete così un cocktail di vitamine e minerali fondamentali per garantire la corretta funzionalità enzimatica.

3. Acqua, acqua e... acqua.

Nessun processo di detossificazione può realizzarsi senza l’opportuna quantità di acqua. Per sostenere l’azione diuretica e uricosurica è preferibile scegliere acque minimamente mineralizzate, ossia quelle contraddistinte da un residuo fisso inferiore ai 50 mg/l.

Assicuratevi di berne circa 2 litri, equamente distribuiti durante la giornata.

4. Accorgimenti dietetici.

Anche gli alimenti possono contribuire a disintossicare l’organismo, soprattutto a livello intestinale. In questi periodi, pertanto, è meglio preferire i cereali a chicco, come riso, farro, quinoa, amaranto o miglio, in alternativa ai classici prodotti da forno o alle farine; l’intestino potrà così alleggerire il suo carico e ritrovare la sua integrità.

Al contempo cercate di evitare metodi di cottura invasivi come la frittura o la cottura ad alte temperature, preferendo ad esempio la bollitura o la cottura al vapore. Così facendo ridurrete drasticamente il contenuto di alcuni composti, noti come AGEs, che contribuiscono attivamente a intossicare il nostro organismo.

5. Esercizio fisico.

Il lavoro muscolare da un lato e l’incremento della sudorazione e degli scambi termici dall’altro, permetteranno al corpo di allontanare efficacemente tutte le tossine.

Esempi di piatti e bevande detox

Ecco qualche spunto interessante per portare in tavola delle pietanze utili a raggiungere il nostro obiettivo. Tra le insalate:

• Insalatona di spinaci crudi, mandorle, carote e limone;

• Insalatona di radicchio rosso, pompelmo, semi di lino e indivia belga;

• Insalatona di peperoni crudi, pomodori, carote e caroselli;

• Insalata di mela, uvetta, lattuga e salsa al lime.

Tra le bevande:

• Estratto di carote, arancia e limone;

• Estratto di zenzero, limone e finocchio;

• Estratto di ananas, pompelmo e zenzero;

• Centrifugato di mela, sedano e carote.