Insalatona: gli ingredienti per renderla un piatto unico

Ottima per il pranzo in ufficio oppure al mare, l'insalata può rappresentare un gustoso piatto unico, nutriente ed equilibrato. Ma affinché la cosiddetta insalatona, da non confondersi con la classica verdura, possa sostituire dignitosamente un pasto è necessario combinare con cura fra di loro 4 elementi essenziali. Scopriamo quali!

Fibre

Scegli la base della tua insalata a seconda della stagione fra lattuga, radicchio, romanella, spinaci, indivia, iceberg, songino, caroselli, cetrioli, pomodori, carote e, perché no, anche peperoni o zucchine crudi.

Sono tutti ingredienti ricchi di fibre, alimento portante dell’insalatona.

Il nostro consiglio è quello di scegliere più ingredienti così da “mescolare” i colori così da assumere tutto ciò che di buono la natura è in grado di offrire: dalla vitamina C del peperone al licopene del pomodoro, dal beta carotene delle carote alla vitamina k degli spinaci e così via, in una combinazione cromatica bella alla vista ma soprattutto buona per la salute.

Con l’approssimarsi dell’estate ricorda che il colore rosso-arancio è molto utile per prepararsi alla tintarella in quanto protegge dai danni delle radiazioni ultraviolette!

Prova per esempio:

Proteine

Via libera a tonno al naturale, albume d’uovo, fesa di tacchino, bresaola, petto di pollo e formaggi magri come il primo sale.

Ma anche tofu, seitan, legumi o lupini per una variante completamente veg.

In un pasto completo che si rispetti la quota proteica deve necessariamente essere salvaguardata: ti consigliamo sempre di scegliere una fonte proteica equilibrata e preferibilmente di facile digeribilità, soprattutto se avrai la fortuna di gustare la tua insalatona in riva al mare.

Ricorda, tuttavia, che gli alimenti di natura proteica sono facilmente deperibili quindi dovrai premurarti di conservare la tua insalatona al fresco.

Prova per esempio:

Carboidrati

Puoi scegliere fra i cereali come riso, farro, orzo o quinoa o altri alimenti amidacei come patate e mais.

Se invece preferisci qualcosa di croccante, allora potrai accompagnare l’insalatona con pane tostato, gallette di riso, chips di mais o cracker.

Gli amanti frutta, esotica e non, potranno scegliere di aggiungere agrumi, mele, mango o fragole che, oltre ad arricchire l’insalata di nuovi sapori, rappresentano anche una fonte preziosa di zuccheri.

Sono i carboidrati, insieme alle proteine, a costituire la fonte energetica principale che renderà l’insalata appetitosa e nutriente.

Anche in questo caso, quindi, spazio alla fantasia e al gusto!

Prova per esempio:

Grassi

L’olio extravergine di oliva è senza dubbio il re dei grassi dell’insalata; con il suo sapore unico e avvolgente fornisce all'organismo preziosissimi antiossidanti.

La frutta oleosa a guscio, come mandorle, nocciole o pistacchi non salati, e i semi oleosi, come quelli di lino o di girasole, rappresentano valide alternative.

Così come l’avocado, che arricchirà la tua insalata di grassi buoni e soprattutto darà al tuo pranzo un tocco ancora più estivo!

Sono i grassi a rendere la tua insalata saziante: il consiglio è di scegliere alimenti grassi di origine vegetale, così da preservare la migliore qualità nutrizionale.

Tutti questi ingredienti, combinati con cura, ti consentiranno di creare un’insalatona diversa, ciascuna con il suo carattere ma tutte nutrizionalmente equilibrate.

Prova per esempio: